Stampa
Visite: 2817

Associazione

APDT small

Puoi raggiungere comodamente Trento con l’autostrada A22 alle uscite di Trento Nord e Trento Sud ed essere fin da subito subito nel cuore della concessione dell’Associazione Pescatori Dilettanti Trentini: la tua vacanza però non sarà solo un semplice viaggio di pesca. Trento, il capoluogo della nostra Provincia, è una splendida città a misura di famiglia colma di storia e di attrazioni: meravigliosa sia in inverno che in estate, Trento può essere sia la meta del tuo shopping che quella del tuo itinerario enogastronomico. Tra un buon bicchiere di Teroldego o di Marzemino che accompagneranno le specialità della nostra cucina alpina, avrai la possibilità di visitare i luoghi della nostra memoria come il Castello del Buonconsiglio, la Cattedrale di San Vigilio ed il Mausoleo di Cesare Battisti oppure visitare con tutta la tua famiglia il MUSE, il nostro Museo di Scienze Naturali situato nel recente complesso Le Albere. In inverno, dopo l’immancabile visita ai caratteristici Mercatini di Natale, è possibile usufruire delle piste da sci del comprensorio del Monte Bondone, raggiungibili in pochi minuti di automobile. In estate le montagne circostanti la città sono uno spettacolo impareggiabile ed offrono innumerevoli percorsi di trekking e alpinismo per tutti i livelli, oltre a numerosi laghi balneabili dove potrai rilassarti dopo un’escursione o dopo una mattinata passata a pescare o alla ricerca di funghi. Una serie di strutture sono pronte a dare il benvenuto a te ed alla tua famiglia per rendere indimenticabile il tuo soggiorno in Trentino. La concessione dell’Associazione Pescatori Dilettanti Trentini vanta una varietà di ambienti acquatici in grado di soddisfare qualunque pescatore. Non importa che pesce preferisci e come peschi, da noi potrai trovare acque dove soddisfare ogni tua esigenza: questa è la nostra pesca nel cuore del Trentino. Potrai iniziare il tuo percorso di pesca nell’Adige: il grande fiume che attraversa Trento é caratterizzato sia da tratti tipicamente urbani che da scenari ancora incontaminati. I periodi migliori per affrontarlo sono quelli a cavallo dell’apertura (prima domenica di febbraio) e della chiusura della trota (fine settembre). La regina delle sue acque è indubbiamente la trota marmorata, la cui presenza è ben radicata anche con pesci di taglia imponente, come testimoniano le catture che sono state documentate nel corso degli anni. Ben rappresentato è anche il temolo, specie il cui rilascio è obbligatorio in tutte le nostre acque.Salendo lungo il corso del fiume e lasciatasi di poco alle spalle la città si trova la spettacolare zona della confluenza dell’Adige con il Noce e l’Avisio, dove in una manciata di chilometri potrai provare a pescare in tre corsi d’acqua dalle caratteristi - che radicalmente differenti e dove avrai la possibilità di dare la caccia al pesce della vita: il tratto di Adige oggetto delle due confluenze è infatti rinomato per la presenza di marmorate oversize, croce e delizia dei cacciatori di “mostri” che ogni anno tentano la fortuna nel secondo fiume più lungo d’Italia. Sempre a Trento avrai inoltre accesso al Fersina: se il tratto terminale del torrente è una No Kill urbana apprezzata dagli amanti dello Street Fishing, salendo lungo il suo corso lo sce - nario incontaminato che lo circonda è in grado di soddisfare i palati più esigenti che sono alla ricerca di un ambiente incontaminato. Portandosi sopra la città, salendo lungo le gallerie del Bus de Vela, a fare da padrone sono i due Laghi di Terlago, celebri per la massiccia presenza del luccio e annoverati a pieno diritto tra i santuari del pike fishing d’Italia. Sia la pesca da riva che e quella da natante regalano infatti ogni anno grandi soddisfazioni agli amanti del luccio oltre che a tutti gli appassionati della pesca del pesce bianco, della tinca, della carpa e dell’anguilla. A pochi chilometri di distanza infine, le acque cristalline dei due laghi di Lamar offrono la possibilità di una full-immersion nella splendida natura della Valle dei Laghi. Risalendo la Valle dell’Adige verso Nord all’altezza di Lavis si aprono le porte della Val di Cembra: le acque del torrente Avisio sono tra le più caratteristiche del Trentino e scorrono in una valle dove il tempo sembra essersi fermato. Gli scenari selvaggi dei canyon e delle foreste che circondano il torrente fanno spesso da cornice a catture di marmorate dalla livrea inconfondibile: si tratta di pesci rustici, selvatici la cui cattura è tutto fuorchè scontata offrendo così al pescatore l’opportunità di sfidare la natura proprio dove questa è più spettacolare. Luogo ideale per il pescatore che vuole affrontare le proprie sfide immerso nella natura più incontaminata, indiscusso paradiso per gli amanti dello spinning e della pesca a mosca. Il paese di Lavis offre infine il tratto terminale dell’Avisio: oltre ad una zona pronta pesca ed alla Riserva San Giorgio (riserva a numero chiuso disponibile su prenotazione) che sono posizionate dove il torrente attraversa il paese, poco a monte dell’abitato il torrente scorre ancora impetuoso fra le carat - teristiche pareti porfidiche della Val di Cembra, dando vita a spettacolari buche profonde che si susseguono fra raschi tur - bolenti e morbide lame. Questa varietà rende l’ambiente ricco di trote, anche di taglia, che il pescatore può insidiare in un contesto adatto a tutte le tecniche di pesca. In Val di Cembra non sono inoltre da perdere le limpide acque del Lago di Lases, vocate alla pesca del coregone. La Piana Rotaliana offre infine agli amanti della pesca al luc - cio la Fossa di Caldaro, da sempre caratterizzata da acque e da catture di tutto rispetto che si possono cercare attraversando comodamente uno splendido contesto rurale. Sempre a Nord di Trento ma guardando stavolta verso la Val di Non troviamo il Noce: vero e proprio gioiello della Piana Rotaliana, dopo aver oltrepassato la spettacolare Gola della Rocchetta esso assume le caratteristiche tipiche del fiume di fondovalle, scorrendo indisturbato immerso nel verde fra sug - gestive distese di ranuncolo acquatico, in un contesto naturale al punto da fare dimenticare a chiunque abbia la fortuna di frequentarlo di essere vicini a dei centri abitati e nel mezzo della campagna. Il tratto in concessione è di facile accesso e ben popolato di temoli e marmorate, che possono fare la gioia di ogni pescatore in qualunque periodo dell’anno. Ultimo in ordine di distanza da Trento è l’Altopiano di Pinè: qui si trovano, circondati dalla maestosa catena del Lagorai, il Lago delle Piazze ed il Lago della Serraia, che offrono acque ben popolate da ciprinidi, trote, lucci e persici. Poco distante, divertimento garantito al Lago delle Buse, dove le famiglie possono godersi un ambiente a prova di bambino e di cartolina con una canna da pesca al seguito. Non mancano infine, sparse per tutta la nostra concessione, piccole acque ferme e correnti dove ci si può sbizzarrire pescando a finésse sia ruspanti trote di montagna che ciprinidi di tutte le specie. Fiore all’occhiello della nostra concessione sono le zone No Kill e Salvaguardia, queste ultime create per favorire la crescita delle popolazioni di luccio e trota marmorata: sparse a ventaglio in tutte le nostre acque, queste zone a regolamento speciale permettono al pescatore che viene da lontano di insidiare gli esemplari che possono crescere indisturbati senza essere prelevati. Dedichiamo da sempre tutta la nostra passione a rendere le nostre acque speciali e a preservarne i preziosi endemismi: un impianto ittiogenico di ultima generazione ci garantisce ogni anno la possibilità di seminare trote marmorate (oltre a fario e temoli) di assoluta qualità Offriamo sia acque ferme che correnti dedicate alla pronta pesca che sono oggetto di ripetute semine lungo tutto il corso dell’anno: sono queste aree di facile accessibilità che garantiscono a tutti il giusto divertimento. Possiamo affermare senza riserve che nella nostra concessio - ne ogni pescatore può trovare pane per i suoi denti: la pesca a mosca è praticabile in tutte le nostre acque e, eccezion fatta per i tratti più nascosti dei torrenti e per l’Adige quando il livello si alza precludendo l’entrata in acqua, sono decine e decine gli spot dove si può distendere con comodità la coda di topo sia alla ricerca di temoli che di trote, sia a ninfa che a streamer che a secca. Gli amanti dello spinning hanno a disposizione la totalità del - le acque, sia che peschino a piede asciutto che da natante, che prediligano la ricerca dei grossi predatori che una pesca più generica, e le prede spaziano dal luccio alle grandi marmorate, passando per i persici ben rappresentati in tutte le acque ferme alle trote di tutte le specie e dimensioni. I passatisti e coloro che praticano la pesca con esche naturali hanno infine solo l’imbarazzo della scelta, dato che hanno a disposizione chilometri di fiume e di lago, e non mancano vere e proprie zone votate ed attrezzate per il carp-fishing che ogni anno attirano carpisti da tutta Italia, che attendono pazienti la partenza annunciata dai propri segnalatori. La nostra proposta di pesca è decisamente articolata e variegata e copre le esigenze di qualsiasi pescatore: non importa che tu voglia inerpicarti lungo un sentiero in una forra selvaggia con la canna da mosca nello zaino, se preferisci accomo - darti sotto un ombrellone mentre attendi che il galleggiante affondi o se ancora ti va di avventurarti con il belly-boat alla scoperta di sponde precluse a chi pesca dal piede. Puoi essere sia il più incallito cacciatore di marmorate che il più fanatico lanciatore di big bait così come un amante delle tecniche tra - dizionali o ancora un purista della pesca a mosca: nella nostra concessione, te lo possiamo garantire, troverai sicuramente quello che cerchi e molto, molto di più.

Dove si trova

A.P.D.T. ASSOCIAZIONE PESCATORI DILETTANTI TRENTINI

Sede Via del Ponte 2 - 38123 Trento

acque in concessione

Fiume Adige

Fiume Noce

Torrente Avisio

Torrente Fersina

Oltre 15 torrenti minori Torrente Vela, Torrente Valsorda, Torrente Arione, Rio Brusago, Rio Regnana, Rio delle Seghe.

Laghi di Terlago, Lago di Serraia, Lago di Lamar e Santo di Lamar, Lago di Lases, Lago delle Buse, Lago Santo di Cembra

Fossa di Caldaro e altre 10 piccole fosse

internetVai al sito istituzionale A.P.D.T.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su 'Si, acconsento' all’uso dei cookie