Stampa
Visite: 3053

Associazione

La storia dell’associazione

Logo BassoSarcaLa zona del Basso Sarca, si estende dal canyon del Limarò, presso Sarche di Calavino fino al lago di Garda, il punto più basso del Trentino (70 m. s.l.m.). E’ caratterizzata da paesaggi di notevole bellezza con tratti di fiume e sponde dei laghi ancora “selvagge”, dove sono presenti anche numerosi biotopi e siti naturalistici di interesse comunitario. Molti sono i castelli, le rocche, le chiese, i ponti antichi presenti in questo territorio ricco di storia e di tradizioni, vocato al turismo, alla buona cucina, alla produzione di frutta, di olio d’oliva, vini e grappe di eccellenza. Le acque correnti sono ricche di pesci quali trote lacustri, trote fario, trote marmorate, trote iridee, salmerini e temoli. Non è raro, soprattutto nella parte terminale del fiume Sarca, catturare trote di oltre 5 chilogrammi. Nei laghi del Basso Sarca è possibile pescare trote lacustri, trote fario, trote iridee, coregoni, persici, lucci, carpe, tinche. I principali laghi sono aperti dal primo gennaio a fine ottobre di ogni anno. Le principali acque correnti sono aperte dalla seconda domenica di febbraio a fine settembre; alcune rimangono aperte anche nel mese di ottobre con specifico regolamento di pesca.

LAGO DI TENNO
Il Lago di Tenno si trova a 11 Km dall’abitato omonimo, sul versante occidentale del monte Misone. E’ un piccolo lago alpino profondo una quarantina di metri, lungo circa 700 metri e largo poco meno di 300. Originato da una frana di sbarramento, le sue acque filtrano attraverso il materiale formatosi e affiorano a valle del lago, alimentando il torrente Magnone. Immissario del lago è il rio Secco e il livello dell’acqua è molto variabile, con oscillazioni anche di diversi metri. Il contesto naturale che lo circonda e la straordinaria limpidezza delle sue acque fanno di questo lago un luogo di grande fascino. Periodo di pesca: Dalla prima domenica di febbraio al 30 set - tembre. Modalità di pesca: È consentito l’uso di tutte le esche, per il solo bigattino (larva di mosca carnaria) è permesso l’uso di un quantitativo max di 20 gr. Per i ciprinidi è consentito l’uso della pastura con sostanze vegetali quantitativo max 0,5 kg Principali pesci presenti: Trota Fario, Trota Lacustre, Coregone, Persico, Cavedano.

FIUME SARCA
Il Sarca, o meglio la Sarca, è il principale immissario del lago di Garda e, per lunghezza è il quarto fiume del Trentino ed il secondo per portata dopo il solo fiume Adige. Il Sarca nasce dai ghiacciai del gruppo Adamello – Presanella e sfocia, dopo aver percorso più di 80 Km., nel lago di Garda. Il suo bacino idrografico si estende nella parte sud-orientale del Trentino e interessa la valle Rendena, le valli Giudicarie e appunto la valle del Sarca. I rami che principalmente formano il fiume sono: il Sarca di Genova che scaturisce dai ghiacciai del Mandron e della Lobbia e il Sarca di Narbròn che nasce dall’omonimo lago. Il letto del fiume è generalmente formato da grossa ghiaia e da ciottoli di varia grandezza. La larghezza del letto fluviale è 23 assai variabile, così pure la velocità della corrente e la portata che è stata, purtroppo, anche pesantemente compromessa dall’intenso sfruttamento idroelettrico effettuato in questo secolo. Le pendenze, da ripide del primo tratto, caratterizzate anche dalla presenza di numerose cascate (famosa è la cascata del Nardis), diminuiscono decisamente a valle di Pinzolo e diventano decisamente lievi in corrispondenza dell’uscita dalla “Gola del Limarò”, dalla quale, in poi, il Sarca si snoda in un fondovalle ampio e pianeggiante ad eccezione della parte situata all’interno delle Marocche di Dro dove per alcuni chilometri ritorna il carattere torrentizio del suo alto corso. Piene anche molto intense avvengono all’epoca del disgelo ma possono presentarsi anche in estate ed in autunno dopo lunghi periodi di pioggia. Nel tratto a monte del fiume Sarca, è presente la forra del Limarò; un canyon di origine glaciale molto suggestivo con angoli particolarmente impervi e selvatici.. Zona di particolare tutela con limitazioni sulle misure e quantità dei pesci pescabili. Presente una zona NO KILL solo pesca a mosca e spinning ed una riservata unicamente alla pesca a mosca. Presenti lungo il corso del fiume alcune zone di pronta pesca. Principali pesci presenti: Trota Fario, Trota Lacustre, Cavedano, Barbi, Temolo.

Dove si trova

 

ASSOCIAZIONE SPORTIVA PESCATORI DILETTANTI BASSO SARCA A.P.B.S.

Sede Località Lago Bagatol - 38074 DRO (TN)

Recapiti

Mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Web www.apbs.it

Presidente Sartori Natale

Contatti Sartori Natale +39 338 8107450

Acque in concessione

6 laghi
Lago di Santa Massenza, Lago di Toblino, Lago di Cavedine, Lago di Lagolo, Lago di Tenno, Lago Bagatol (pesca sportiva)

Fiume Sarca Forra del Limarò

Fiume Sarca Tratto dalla località Sarche alla foce

Rimone nuovo Canale artificiale tra il Lago di Toblino ed il Lago di Cavedine

Rimone vecchio Canale di collegamento tra il Lago di Cavedine e il Fiume Sarca

Oltre 10 torrenti alpini Salagone, Varone, Varoncello, Albola, Salone e Saloncello, Galanzana e Bordellino, torrenti nel Comune di Tenno

2 Rogge Calavino e Vezzano

internetVai al sito istituzionale

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su “maggiori informazioni”. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su 'Si, acconsento' all’uso dei cookie